FBTi

Federazione Bocciofila Ticinese

CdT - 04 GIU 2019 - Lugano Vincono Ryan, Gioele e Mattia

Lugano Vincono Ryan, Gioele e Mattia

 

Appassionante Campionato svizzero giovanile al Centro nazionale sport bocce Dieci allori al Ticino, uno a Berna (BC Kirchberg) e uno a Zugo (BC Lorze Baar)

 

Nessuna manifestazione del nostro sport suscita emozioni, patemi d’animo, entusiasmo e pure rammarico come i Campionati svizzeri giovanili.

Sul campo centrale, Mattia Ferrazzini (Gerla), taglio di capelli alla Tramezzani, spegneva a suon di possenti bordate le speranze dell’ottimo bernese di Kirchberg Thanusanth Vijayakumar vincendo il titolo della categoria U18.

Sulla corsia adiacente, la quattro, Gioele Bianchi (Centrale), tredicenne al debutto fra gli U15, domava con successo il generoso tentativo di rimonta del coetaneo Jacopo Faul (Riva San Vitale). Già tre titoli nazionali nella pur giovane carriera.

Ben lungi dall’essere finita la finale sul campo numero due, quella della categoria Under 12. Dopo una partenza lampo di Ryan Regazzoni (Sfera), 5 a 0, l’avversario Lorenzo Pettinato (Cercera) ha trovato gli argomenti per rovesciare il risultato parziale: 8 a 5 in suo favore.

L’attenzione dei molti spettatori presenti si è riversata perciò interamente su questa appassionante e per certi versi incredibile sfida. 10 a 8 per Ryan, poi 10 a 9. Poi 11 a 9 e un’occasione da tre punti per Lorenzo alle tavole di fondo in una situazione comunque molto stretta. Undici pari con i due fanciulli a gestire gli applausi che hanno accompagnato accosti e raffe spettacolari. E i cuori delle mamme, dei babbi, dei nonni e di altri ancora a scandire il ritmo da bum bum.

Nel momento in cui sembrava crollare il sogno del terzo Campionato nazionale in bacheca, Ryan, sollecitato da papà, ha pescato il jolly: tiro a una boccia corta con il pallino alle tavole di fondo. Punto strettissimo. Il bravissimo Lorenzo è passato due volte per la tangente sul pezzo dell’avversario. Finita!

Ryan si è messo a singhiozzare per l’incontenibile gioia rifugiandosi lungamente tra le braccia del padre, anche lui commosso. Lorenzo ha fatto altrettanto per la disperazione e per avere accarezzato la vittoria dopo una partita ottimamente giocata. Anche lui si è nascosto tra le braccia del padre, mentre gli spettatori applaudivano fragorosamente.

Domenica Ryan ha imparato che le vittorie più belle sono quelle sofferte. Da parte sua Lorenzo ha certamente compiuto un passo molto importante nel suo ancora iniziale percorso sportivo.

 


Dal CdT del 04 GIU 2019

http://1canadianantibiotics.com/buy-doxycyclyne-online/ http://1canadianantibiotics.com/
http://canadianbestpills.com/buy-dapoxetine-online-cheap/ http://canadianbestpills.com/