FBTi

Federazione Bocciofila Ticinese

CdT - 18 GIU 2019 - San Vittore I giovani e gli integrati

San Vittore I giovani e gli integrati


La Federazione Grigioni ha organizzato la giornata degli Under 12 e degli Under 15 Apprezzata la partecipazione dei gruppi di Bellinzona, Lugano, Mendrisio e Tre Valli


Lodevolissimi i dirigenti della Federazione Grigioni. Per garantire il torneo giovanile e la gara della felicità si sono mobilitati tutti: chi al posto di comando, chi quali responsabili di campo, chi in qualità di arbitri ufficiali e altri ancora con diverse funzioni. Insieme hanno proposto un appuntamento, l’ottavo, diventato oramai un classico alla metà di giugno. Con, occorre pur riconfermarlo, due sponsor importanti: il Gruppo Farmacie Pedroni e la Banca Raiffeisen insieme con altri numerosi inserzionisti.

Sulle corsie del Sopraceneri si sono radunati i giovani Under 12 e Under 15, nonché un foltissimo gruppo di giocatori dei gruppi sportivi integrati di Bellinzona, Lugano, Mendrisio e Tre Valli.

Si sono giocate le fasi preliminari su quasi tutte le corsie del Sopraceneri, da Cugnasco fino a Biasca e a Mesocco. Dopo il pranzo insieme, le fasi finali si sono svolte al New Star di San Vittore.

Per i ragazzi integrati è stata una vera festa: si sono sfidati, hanno messo un impegno totale, hanno dimostrato di amare il gioco e di saper esprimere tramite le bocce le loro più autentiche emozioni. Tutti contenti, alla fine. Tutti premiati in nome di una spontanea solidarietà.

Tra i più piccoli, gli Under 12, la parte del leone l’ha fatta la Cercera. Il paziente lavoro dei monitori di Mendrisio sta dando i suoi frutti. Si è imposto Lorenzo Pettinato che già vinse la medaglia d’argento ai Campionati svizzeri di un paio di settimane fa dopo aver venduto carissima la pelle contro Ryan Regazzoni. Davvero bravo, mancino e bravo! Ottimi il secondo rango del vivacissimo Geremia Ceppi e il terzo di Terence Di Trani, in compagnia di Gilberto Traversa della scuola bocce di Lugano.

Tra gli Under 15 ennesima sfida finale tra Ryan Regazzoni, ancora dodicenne, e Gioele Bianchi, appena tredicenne, da lungo (!) tempo avversari-amici. Amici pure dei bravi Numa Cariboni e Giona Nonella della Libertas. Dopo il pranzo, il quartetto gioioso ha deciso di raggiungere la corsie della finale a piedi, giusto un paio di chilometri.

Ha vinto Ryan che se non è al suo ventesimo successo manca poco. Secondo Gioele, terzi Numa e Jacopo Faul. Sono gli abituali protagonisti – nome più, nome meno – della categoria.

 

dal CdT del 18 GIU 2019

http://1canadianantibiotics.com/buy-doxycyclyne-online/ http://1canadianantibiotics.com/
http://canadianbestpills.com/buy-dapoxetine-online-cheap/ http://canadianbestpills.com/