FBTi

Federazione Bocciofila Ticinese

CdT - 21 MAG 2019 - Biasca Il bel «Torneo dell’Amicizia»

Biasca Il bel «Torneo dell’Amicizia»


Ventiquattro coppie di giocatori con un handicap protagoniste tra gioie ed intense emozioni Due giorni di sfide con concorrenti provenienti da Ticino, Svizzera romanda, Varese e Trieste

 

Sono state due giornate di gioia e di emozioni quelle che sono state offerte al Bocciodromo Rodoni di Biasca dal «Gruppo bocce» e dal Gruppo Sport Inclusivo Tre Valli (GSITV). Ventiquattro coppie di giovani e adulti portatori di handicap si son sfidati in quello che non a caso è stato denominato «Torneo dell’Amicizia» che si rinnova di anno in anno con bella regolarità. Oltre ai gruppi di Biasca, Lugano e Mendrisio, vi hanno partecipato concorrenti della Svizzera romanda, di Trieste e di Vharese (Varese con l’h di handicap). Un mix molto significativo che supera ogni confine.

Gli atleti si sono sfidati con particolare intensità, godendo tutti insieme per le belle gesta che molti di loro hanno saputo mettere sulle corsie di gioco. È stato bello vederli complimentarsi e abbracciarsi con una spontaneità che si riscontra piuttosto raramente in situazioni di apparente normalità.

Che l’evento fosse importante lo attestano il parterre di ospiti che sono intervenuti nel corso dei due giorni. Il Consigliere di Stato Raffaele De Rosa ha seguito con ammirazione, sabato pomeriggio, le performances dei ticinesi e degli ospiti. Il Sindaco di Biasca, insieme con una delegazione di municipali, è stato presente domenica mattina. E poi i rappresentanti della Federazione svizzera, il Presidente Giuseppe Cassina con Aldo Giannuzzi e Domenico Mantegazzi. Nonché i tanti spettatori che hanno condiviso con i giocatori numerosi momenti di autentica gioia.

Dal lato competitivo si sono imposti i giocatori e la squadra di Vharese. Ma hanno vinto tutti. Ha vinto l’amicizia, la solidarietà; hanno vinto i giocatori, i dirigenti e i monitori che si occupano delle persone che soffrono l’handicap cercando di renderlo più fievole. Tutti sono stati impalmati con medaglie ricordo. E che piacere, che beatitudine toccare le medaglie, considerarle e persino baciarle .

Di grande intensità pure la cerimonia di premiazione che è coincisa con un promettente arrivederci. Fiorenzo Guggiari, l’animatore dell’evento insieme con all’eccellente staff, ha dato la parola a Luigi Bedoni, il Presidente d’onore del GSITV. Quindi è intervenuto Romeo Pellandini che si è espresso a nome della FBTi. Infine Giuseppe Cassina che ha portato l’accorato saluto della Federazione svizzera. Giuseppe Cassina ha parlato in italiano e in francese in onore degli amici romandi. Ha reso omaggio agli ospiti italiani e ha concluso con un pensiero di grande valore: «Entrando stamane in questa sede ho subito avvertito che ci sarebbe stato posto anche per l’anima».

 


Dal CdT del 21 MAG 2019

http://1canadianantibiotics.com/buy-doxycyclyne-online/ http://1canadianantibiotics.com/
http://canadianbestpills.com/buy-dapoxetine-online-cheap/ http://canadianbestpills.com/